Blog Archive

Written By Thoiron Ababil on Thursday, June 12, 2014 | 7:24 AM


Ben due sabati fa, da Lesicade House, la bravissima Glen di ArtGlen, ci ha emozionato con il suo fantastico vernissage, accompagnata dalle bravissime, e bellissime, Luana e Tiziana.

Siccome, non tutti la conosciamo, e pure io devo essere sincero, non la conosco così bene, ho provato davvero un forte interesse, in quanto ciò che lei realizza, mi riesce a trasmettere davvero qualcosa.
Già anche dal modo in cui ha consegnato le risposte, ci trovo qualcosa di artistico.
La giustificazione del testo, non è automatica, e fa pensare ai versi di una poesia !

Bando alle ciance, eccovi l'intervista :


Ciao Glen, raccontaci di te!
ArtGlen, nasce a Corridonia, un piccolo paese in provincia di Macerata,
da cui inizia la storia di vita di un'artista alla continua ricerca di se stessa,
dell'essenza del vivere e della fragile natura dell'uomo.
La scoperta dell'arte arriva in giovane età, quando a 7 anni partecipa alla sua prima
mostra con l'opera "Nudo di donna".
La sua carriera artistica prosegue con gli studi presso il liceo artistico di Cagliari e
poi l'accademia di belle arti di Sassari  M.Sironi in cui si laurea nel 2009
sotto la guida artistica di maestri quali Dragomiresku,
P.Cattani, S.Usai, M.Tommasello, P.Marras.

L’arte, per te che cosa è?
E' crescita mentale e spirituale, ti apre verso la conoscenza delle persone affrontando
diverse idee e concezioni anche se diverse dalle tue, dandoti l'opportunità di sentirti sempre vivo.

Come ha iniziato a far parte della tua vita?
Fin da piccola  l'arte ha fatto parte della nostra famiglia.



Il colore rosso dei tuoi quadri esposti in House, cosa raffigura?
ROSSO : COME PASSIONE DOLORE AMORE,
SENTIMENTI UNITI DA SEMPRE IN QUESTO COLORE....
Il passaggio era obbligatorio... la passione ha sempre guidato il mio istinto,
in amore come nella vita ho sempre seguito il mio impulso primario...
il mio battito... il mio cuore.
Quando poi la vita è stata severa... ho percepito ancora di più di lottare
per ascoltare e tirare fuori dalla carne quello che avevo dentro.
Questo colore attira l'attenzione anche da distanze remote
la richiesta di attirare l'attenzione su un determinato discorso,
 in questo caso è affrontale la paura di sentire
le proprie emozioni e condividerle con gli altri.                                                                                                                             

                                                                                                                              
Con le tue creazioni, cosa vuoi comunicare?
Moulin rouge... è una condizione di vita per alcuni...
la gente stanca di questa realtà si nasconde dietro un velo di rosso...
e cerca di vivere le propire debolezze affrontando il futuro
 chiudendo un occhio verso il passato.
Dipingendo cercavo io stessa di dare un senso ad ogni pennellata,
ad ogni granello di malta, perchè questi quadri sono un segno per me,
di come nella mia vita, il mio Moulin Rouge è stato vissuto
positivamente... senza nascondere senza chiudere gl'occhi
sul mio passato... ma portandomelo dietro come corazza
per essere più forte in questo nuovo mondo.

Hai un lavoro, che ti rispecchia di più? Se si, quale?
Traccie di me perchè rappresenta la cicatrice degl'interventi subiti sulla mia colonna vertebrale.

Invece, un soggetto o un qualcosa che ti piace di più ritrarre?
Adoro dipingere an plein air  e i nudi nonostante i ritratti siano una cosa che mi affascina abbastanza.



Da cosa trai ispirazione per le tue singole opere?
Dalla quotidianità, dalle emozioni vissute e dai ricordi.

Cosa è per te il Moulin Rouge?
Moulin Rouge non è solo il tema di questo progetto... ma è uno stile di vita...
se  vivi la tua in questo modo puoi vedere le cose in una prospettiva sempre sfavillante.
In questo caso... visto il periodo storico affine a quello che stiamo vivendo
è una spinta a cercare nella propria vita quel pizzico di allegria che abbiamo perso.
I materiali scelti sono tessuti e bigiotteria... pizzi e malta... acrilici e china...filo e foglia d'argento
dal più semplice al più elevato... vengono messi e sparsi tra di loro... come nella vita senza privarsi l'uno dell'altro.



Come tema, ti rispecchia?
La scelta, la mia nonostante mi giri la testa a volte, non per il vino è dettata dalla forza
dei colori e dalla serietà dal momento storico che stiamo vivendo che viene sdrammatizzato dall'arte stessa.

Dove ti possiamo trovare?
per tutti quelli che vogliono avere un assaggio di quello che creo questo è il mio blog :
mentre chi volesse contattarmi può farlo alla mia mail egle.glen@hotmail.com.

Artglen abita a Cagliari .


0 comments:

Post a Comment

Lovely Street Style© 2014. All Rights Reserved. Template By Seocips.com
SEOCIPS Areasatu Adasenze Tempate Tipeex.com